Espressione Corporea

La danza è un supplemento di vita a cui ogni essere umano ha diritto di accedere.

M.H.Dubler

 

Finalità:

Il teatro e la danza praticati con l’atteggiamento pedagogico più corretto riescono a sviluppare competenze, a colmare distanze culturali e relazionali, ad integrare le diversità e a creare condizioni migliori per una crescita equilibrata della persona.

Proposta nel periodo della maturazione dell’individuo un’attività laboratoriale incentrata sull’uso del corpo offre l’opportunità di acquisire consapevolezza del proprio modo di essere, pensare e agire affinando la propria capacità di vivere in modo positivo il rapporto con gli altri.

Corpo Poetico_Frida

Attraverso un lavoro sul corpo e sulla relazione, elementi basilari dei rapporti umani ed anche dell’azione scenica, il laboratorio consentirà ai partecipanti di sperimentare i propri mezzi espressivi e comunicativi, sviluppare il proprio potenziale creativo e scoprire, nel lavoro di gruppo, che la differenza tra gli individui non è barriera ma ricchezza inestimabile. L’attività proposta stimolerà l’esplorazione di temi e problemi calibrati sulla fascia d’età di riferimento, la cooperazione di gruppo, la socializzazione di individualità differenti.

Obiettivi:

–        Conoscere se stessi, il proprio corpo, i propri materiali fisici ed emotivi

–        Sviluppare le proprie abilità comunicative ed espressive

–        Migliorare la capacità di produzione sonora e ritmica

–        Migliorare la capacità di istaurare relazioni positive all’interno del gruppo

 

Destinatari:

–        Bambini e ragazzi dai 4 ai 18 anni

–        Seminari per adulti

–        A Danza con Mamma&Papà_percorso genitori-bambini

 

Il percorso:

Svolto nell’età della crescita il Laboratorio di Espressione Corporea stimola la conoscenza delle capacità espressive dell’allievo, affina l’ascolto e la percezione sensoriale e sviluppa la capacità di esprimere, attraverso il corpo e la voce, in modo completo, armonioso e creativo il proprio mondo interiore per “sbocciare nella qualità poetica dell’esistenza” (E. Morin). Attraverso esercizi e giochi individuali, di coppia e di gruppo, il laboratorio propone un percorso per esplorare il proprio corpo utilizzando le coordinate principali del movimento definite da Rudolf Laban (peso-spazio-tempo-ritmo) e mettendo a frutto le proprie scoperte nella relazione con gli altri. L’attività è calibrata a seconda delle varie fasce di età e propone esercizi e giochi ritmici, brevi sequenze coreografiche, esercizi vocali, improvvisazioni a tema. L’Espressione Corporea pone in secondo piano l’uso della parola come veicolo comunicativo, privilegiando il linguaggio del corpo e recuperando in tal modo l’istintività naturale della comunicazione. Il laboratorio prevede la possibilità di una presentazione finale del percorso svolto.

L’espressione corporea in età adulta è una pratica che rigenera l’equilibrio corpo-mente, poiché guida ad una percezione profonda del corpo e dello spazio, ad un uso consapevole del movimento e della propria energia e ad una esplorazione dei propri stati d’animo e delle proprie emozioni con finalità creative.

Materiali:

È necessario un abbigliamento comodo, calzini antiscivolo e un taccuino con matite e colori per fermare l’effimero.

 

Docente:

Laureata in lettere moderne con una tesi in storia del teatro e dello spettacolo, si forma parallelamente come guida turistica e nella gestione e valorizzazione di beni culturali e museali.

Dal 2000 inizia la formazione nel teatro e nella danza elaborando una idea dell’atto scenico – che è creazione e comunicazione – come prodotto dell’interscambio tra linguaggi diversi. In ambito teatrale si forma tra le Marche e la Toscana frequentando corsi e laboratori a Pisa con Francesco Manetti e Monica Vannucchi, con Augusti Humet (teatro musicale) e a Macerata con Yves Lebreton (mimo corporeo). Nella danza il suo percorso inizia con modern jazz, classica e musical con Daniela Cataldi e Sara Broglia per poi approdare alla danza contemporanea, prima con Roberto Lori poi con Michela Paoloni (metodo Nikolais-Louiss). Frequenta seminari di perfezionamento con diversi docenti tra i quali Simona Bucci e German Jauregui e workshop con Carolyn Carlson. Nel 2011 partecipa al corso professionale organizzato dall’associazione Inteatro a Polverigi (tra i docenti Ambra Senatore, Michele Abbondanza, Gustavo Frigerio, Gerardine Pilgrim) conseguendo il titolo di Danzatore Performer di secondo livello con il progetto Il mio corpo è un marasma. Studio su Frida Kahlo. Nel 2015 partecipa ai corsi di Teatro Educazione con l’ATGTP di Serra San Quirico AN. Dal 2011 insieme a Fabio Bacaloni e Michela Paoloni crea il gruppo MI-tramature corporee. Attualmente collabora con istituzioni scolastiche ed associazioni come insegnante di Espressione Corporea e dal 2012 crea e gestisce a Belforte il Laboratorio Stabile CORPI NARRANTI. Sempre dal 2013 lavora come regista e assistente alla regia nelle produzioni dell’Associazione TeatrOpera.